"Preferiresti allo zoo o in piscina?" per quanto possibile, lasciare che i bambini decidere per se stessi, è ben intenzionato, ma può anche sopraffare.

I bambini determinate in quasi tutti i settori

decisione bambino

Photo: © fotolia.com/ Nastia1983

86 per cento di sei a 13 anni ragazze e ragazzi sono autorizzati a scegliere quale dispositivo che vogliono per i loro figli, e due terzi determinato dal fatto che la famiglia va allo zoo, parco di divertimenti o al circo in questo fine settimana. Lo studio rappresentante determinato "Consumer Analysis bambini 2013". Quasi nove su dieci bambini poi anche da soli hanno il loro paghetta a scegliere i propri libri e parlare con ciò che finisce nel frigorifero della famiglia. E se i giovani abiti firmati richieste o scarpe da ginnastica, danno molto più della metà delle madri e dei padri.

I genitori vogliono solo per includerli nel maggior numero di decisioni con i bambini. Essi sono anche obbligati a farlo, perché l'articolo 12 della Convenzione sui diritti del fanciullo afferma: Ogni bambino ha il diritto di avere la sua volontà è considerata in tutte le questioni relative a se stesso.

Il piccolo è il bambino, il più facile sovraccarichi minacciosa

Ma la voce del bambino ha anche aspetti negativi. Non solo fa la prossima generazione per l'industria leggera estremamente attraente perché controlla il comportamento di acquisto dei suoi genitori in modo meraviglioso con. essere in grado di decidere per se stessi molto, o meglio la necessità, anche in grado di sopraffare i bambini. "Mi è stato portato via oggi con Lea rapidamente la spazzatura, e lì vorresti di più losgestiefelt dritto per un po 'a piedi", La madre dei quasi tre anni di età ha riferito. "Perché eravamo vestiti, ma non resistente alle intemperie, sono andato fino a nuovo. Lea poi ha iniziato nella sala di giocare, e quando le ho mostrato la giacca, non ci fu risposta. Dal momento che ho voluto togliersi le scarpe di nuovo, ma dal momento che lei bitched. Così le ho chiesto circa dieci volte se vuole camminare, o meglio giocare sopra. Ancora una volta, nessuna reazione. Solo quando ho messo la giacca, è arrivata felicemente, ha anche attirato la giacca e siamo andati fuori."

Che cosa è successo? "L'autodeterminazione è auspicabile - ma solo se il bambino è competente"Dice svizzera allo sviluppo ricercatore professor Remo Largo ("infanzia"). Ma Lea è troppo giovane per immaginare se la passeggiata o giocare in casa è più divertente - lei è stato travolto da questa decisione. Quando la madre ha preso il comando, Lea potrebbe andare avanti più facile. Largo sottolinea che il benessere e l'autostima dei giovani talenti non lo fa automaticamente "essere rafforzata se il bambino è sopraffatto."

Informazione è considerato da istinto

Soprattutto se un bambino con cose importanti da decidere per se stessi, c'è un altro problema: i bambini "possono già incontrare decisioni informate molto presto, cioè, prendere in considerazione un sacco di informazioni in ambiente"Spiega il Prof. Tilmann Betsch, uno psicologo presso l'Università di Erfurt. ma entro la fine della scuola primaria  "flusso di informazioni oggettivamente irrilevante solo nelle loro decisioni di uno come probabili", La persona esperta in un'intervista radiofonica. Può un alunno di quarta così determinare, ad esempio, anche a quale scuola secondaria vuole andare, sceglie appena dopo che tipo di scuola si adatta alle loro realizzazioni e talenti. Ma soprattutto su dove andare ei suoi amici. Così è facile sottostimare o sopra a richiesta presso la nuova scuola. 

Suggerimenti per tutte le età: l'equilibrio tra guida e l'indipendenza

Ma cosa può fare un bambino - e in quale momento - anche, o almeno decidere, e quanto sostegno è necessaria? In ultima analisi, i genitori devono sempre trovare un equilibrio tra la gestione da un lato, e la promozione del lavoro autonomo sul lato opposto. Un orientamento è questa panoramica:

  • Bambini da due a quattro anniAl fine di non sopraffare, non dovrebbe scegliere più di due cose. Ma soprattutto queste alternative per l'occhio deve essere visibile. Un bambino all'asilo può quindi già fare una scelta tra due allestimenti preparava. questo "suffragio" è il suo desiderio contrari alla indipendenza ed evitare mattina rifiuto durante il serraggio. Lo stesso vale quando si mangia. I palati più esigenti possono sembrare: Che sembra delizioso? Banana o mela? Salsiccia o formaggio? Broccoli o le carote? 
  • I bambini da cinque a sei anni: Si può già prendere decisioni su cose che non possono vedere, ma bisogna immaginare con gli occhi della mente. Anche in questo caso, la scelta non deve superare i due modi che si trovano anche in un futuro non troppo lontano. I bambini a questa età possono dire subito se preferiscono la piscina all'aperto o allo zoo, o se preferiscono andare con papà al distributore di benzina o con la mamma in città tutte le volte. Sanno anche, se vogliono la bicicletta di colore rosso o argento per il Natale.
  • I bambini fino a dieci anni: Sei già in grado di pensare al futuro e anche per prendere tali decisioni, le conseguenze si fanno sentire immediatamente. Pertanto, si può già determinare come i suoi figli o deve essere fatta dove la vacanza in famiglia avviene. Inoltre, essi già lo fanno attraverso l'osservazione dal Prof. Betsch, per distinguersi dai suggerimenti degli altri: i consigli dei migliori compagni hanno dimostrato di essere poveri, la sua mente scompare nelle decisioni future. fa parte della co-determinazione, ma anche ad assumersi la responsabilità: I bambini ora possono accettare compiti domestici di piccole dimensioni che essi stessi scelgono (esaltano rifiuti, pulizia di piccoli animali, lavastoviglie dissipare). Se il passaggio alla scuola secondaria, i genitori dovrebbero decidere il tipo appropriato di scuola, ma il bambino deve decidere (dopo aver visitato diverse scuole) a scelta della scuola specifica.
  • Bambini oltre dieci anni: È possibile visualizzare i contesti più impegnativi, pensare logicamente e astrattamente, prendere in considerazione le conseguenze di anticipo e pesare argomenti. Tu sei al miglior età per il cosiddetto. "Consiglio di Famiglia"In cui ciascuno si sente, può portare la sua visione e alla fine ha preso una decisione accettata da tutti (in termini di vacanze, faccende domestiche, DESIGN WEEKEND, acquisti). Perché i bambini si sentono nella conferenza famiglia e sentono valorizzati, di solito sono disposti a rispettare gli accordi fatti qui.
  • Dall'età di 14 anni: I giovani possono decidere in tutti i settori rilevanti della vita. Pertanto, ora che ampie discussioni fanno parte della vita di tutti i giorni se è ad una festa attorno al primo piercing, abbigliamento o acconciatura, di andare a dormire ogni notte, o la prima birra. Ma perché gli adolescenti non sono ancora adulti, ci deve essere alcune regole che non sono negoziabili (a coprifuoco, alcool, durata e il tipo di utilizzo del computer, maggiori decisioni di acquisto). I giovani sono ora permesso di avere voce in capitolo qui, quale genitore vogliono vivere anche con una separazione dei genitori ancora di più. Tuttavia, gli esperti consigliano di fare per sostenere i giovani talenti insieme. altrimenti "I bambini possono facilmente entrare in un conflitto di lealtà, sviluppare sentimenti di colpa verso il genitore che hanno deciso di 'contro'"Avverte Dipl.-Psych. Verena Febres Mendoza da Fulda in una pubblicazione del centro di consulenza familiare.