Cosa portare classi Philospohie all'asilo o età di scuola primaria? Perché si ha alcun senso a filosofare in comune? Un colloquio Urbia con Christina Calvert da Amburgo Club "La filosofia con i bambini",

Corsi di filosofia: "Kant per le piccole"?

pietre felici

Photo: © Colourbox

Dr. Kristina Calvert è un membro fondatore della "filosofia con i bambini" ad Amburgo, che si è assunto il compito, "di promuovere il rispetto per l'idea dei bambini" e bambini con il pensiero filosofico - intesa come te stesso pensare, che gli altri qui, pensa avanti - di fare conoscenza", Lei è anche l'autore di numerosi libri, tra cui "Possono pietre essere felice?", "Filosofare con favole" e "Bambini filosofeggianti con Frog e Toad". Con la sua voce Urbia autore Antje Szillat.

Urbia: stesso condividono con i bambini sul "senso della vita" stanno guadagnando l'attenzione contento. Anche per la scuola materna e pre-scuola i bambini sono già cosiddetta "filosofia con i bambini" corsi offerti. In molte scuole elementari si trovano "filosofia" come gruppi di progetto permanente in offerta sul calendario. Cosa ne pensi di questa tendenza e da dove proviene secondo te vieni?

Dr. Kristina Calvert: Certo, credo che un sacco di questa tendenza. Anche se si deve naturalmente distinguere chiaramente che non si tratta di filosofia per i bambini, che "Kant Piccolo" o simili, ma è aumentato del filosofare con i bambini. Si tratta del lavoro che si imbarca su un piano rispettoso con i bambini in uno scambio. Questo vuol dire che provo prima di tutto capire che cosa avrebbe portato il bambino con un "perché" questione affatto nell'esperienza e non losgehe stesso come un adulto e dire: Mi hai chiesto circa il tempo o perché l'universo è infinito , ti dirò cosa guardare. Che i bambini fanno domande sul significato, che è ovviamente sempre ha. Il fatto che abbiamo ricevuto più ora ha a che fare con il fatto che eravamo un po 'beccato da Pisa naturalmente tutto su di esso e ci fanno sempre più pensare a come siamo in grado di formare le proprie competenze ai nostri figli meglio.

L'altro giorno ho sentito dalla madre di un bambino di sette anni seguente frase: "Voglio qualcosa di trasmettere più di 'valori vecchi' e che funziona molto bene quando ho filosofare con lui mio figlio." Cosa fare "vecchi valori" a che fare con la filosofia? E può questo approccio funziona davvero?

Calvert: Sì e no. Naturalmente, i vecchi valori hanno qualcosa a che fare con la filosofia perché i vecchi valori alla domanda "Che cosa devo fare?" Appartengono - che le questioni di etica. Ma la filosofia non è un diverso tipo di formazione etica, ma dovrebbe incoraggiare i bambini "a pensare se stesso" per pensare insieme e pensare avanti. E questo, naturalmente, su domande come:? Che cosa è giusto, cosa è giusto? o Quali regole dovrebbero seguire?. Ma queste regole non vengono specificate, né nascosti da qualche parte installato, come è comune per esempio nel cosiddetto "Uova di Pasqua la pedagogia". Secondo il motto: mi nascondo la regola nella mia storia e alla fine i bambini vengano fuori. Quindi non è davvero in filosofia, ma piuttosto per stimolare le capacità logiche e capacità creative dei bambini attraverso temi filosoficamente rilevanti e non di insegnare loro.

Basta essere curiosi comuni

Perché è - soprattutto per i bambini piccoli - di ottenere importanti non rispondere ad ogni domanda, ma per andare se stesso "in cerca di risposte"? Questo può avere un impatto positivo sullo sviluppo di un bambino e può cambiare la visione della vita e della forma? O è la teoria troppo inverosimile?

Calvert: I bambini sono nati per essere curiosi e chiedersi con le due competenze di base. E questa curiosità per mantenere - per preservare - Principio è tutta la ricerca. Non possiamo fare ricerca, e per questo non mi hanno nemmeno bisogno di essere un grande scienziato, se vogliamo acquisire noi nessuna conoscenza. La ricerca è quello di acquisire la conoscenza del principio. E se svezzare primissime domande dei bambini, viene creato un sacco di bambini piccoli, avendo somiglianza con un pestate: coperchio aperto sulla parte superiore - puro versare conoscenze up - una volta agitare bene e la speranza che arriva anche da ciò che è stato chiesto originariamente volte. Ed è quello che non vogliamo, ovviamente, in filosofia, ma abbiamo messo il "auto-meraviglie", e in questa curiosità e cercare di mantenere il bambino in questo particolare punto "completamente sveglio".

Ti chiedi, ragazzo. Prova a trovare maggiore chiarezza, che in ogni caso, perché questo è, naturalmente, l'unità di orientarmi in questo mondo. Il ricercatore gioventù noto Donata Elschenbroich dice: "Se siamo attenti, ci piace a noi stessi e gli altri. E siamo attenti ogni volta che siamo curiosi. "Queste sono le ragioni per le quali dobbiamo rispondere non sempre lo stesso come adulti i problemi dei bambini.

A che età "filosofia con i corsi per bambini" sono consigliati e quali i bambini imparano questo?

Calvert: Consigliato tali corsi per bambini da circa quattro anni. Qui ad Amburgo e, naturalmente, anche a livello nazionale, i corsi sono sempre offerti in asili. Si vorrebbe uno dei primi "pensare" la competenza a promuovere di più con i bambini qui. Naturalmente, i bambini non imparano a "pensare" - che suona quasi un po 'paradossale. Ma avete dato loro una stanza, questo pensiero - per cercare di capire non solo ciò che altri hanno già detto - questo "i propri pensieri" prima di tutte le cose.

Questo è un processo di apprendimento su entrambi i lati: Per gli adulti di ascoltare di più per ciò che il bambino dice e per il bambino di utilizzare ciò che serve per essere inclusi nelle cose - ciò che è possibile nel cervello. Così, da un lato è davvero "da sfruttare" - questa è una missione di emancipazione - e la seconda è che si espandono le loro capacità creative - che sta utilizzando le attività immaginazione in modo che dà loro anche il vantaggio di un pensatore.

Una conversazione filosofica con un bambino - come è che andando?

Come si può filosofare con i loro genitori figli - come potrebbe apparire come una tale conversazione, e in genere ottenere "in movimento"?

Calvert: Molto meglio è: io cammino con il mio bambino e il bambino fa una domanda. E ora non mi metto subito a tutto quello che so di spiegare nei minimi dettagli e la risposta, ma torno alla domanda dicendo: Quello che hai lì appena chiesto? Cosa vuol dire questo? E il passo successivo: Cosa diresti a questo? Come potrebbe essere?

Un'altra possibilità è che io, come una madre o un padre forse non sapevo molto su questo argomento. Così vado in libreria (o al proprio scaffale) e possiedo la mia conoscenza a. Ma non nel saggistica "corner" o "Che cosa" no, ho scelto volutamente lo scaffale di libri per bambini e vedere che cosa a buoni libri illustrati in materia - di dare una risposta, ma il pensiero dei bambini continuare a guidare questa discussione - lì.

E poi vado a prendere me come un libro per bambini, per esempio quando si tratta di tema dell'amicizia, quindi vorrei prendere il libro di Helma Heine "amici" e poi guardare esattamente con il bambino, che cosa fare perché quello che è l'amicizia? Ed è che veramente l'amicizia? fatto o avventura insieme per giocare insieme, questo significa che l'amicizia? O in che misura è mangiare insieme per coltivare l'amicizia un modo? Questi sono per esempio modo molto semplice con il bambino a venire a una filosofia comune.

Il rispetto per l'idea dei bambini

Ci può spiegare circa i compiti, le procedure e gli obiettivi del "filosofare con bambini Hamburg" i nostri lettori più?

Calvert: Abbiamo fatto molto duro sui pensieri di ciò che possiamo scegliere per il club per uno slogan che esprime il meglio di ciò che vogliamo. Siamo venuti per "il rispetto per i pensieri dei bambini", perché questo è per noi un punto molto importante del nostro lavoro. Noi vogliamo entrare con i loro figli in un dialogo rispettoso degli adulti di nuovo. Personalmente, ho spesso dai genitori che hanno frequentato un corso presso di me il feedback che, ad esempio la sera rilascia improvvisamente da parte del bambino è venuto al tavolo che sono stati trattati in filosofia. Per i genitori, questo è quindi spesso una vera e propria esperienza AHA quando si rendono conto che cosa può per la preoccupazione per il bambino sul soggetto e il potere. Essi imparano il loro bambino da una nuova angolazione e andare un po 'lontano da esso, "banalizzare i bambini." Niente di peggio che non prendere un bambino veramente serio - con le sue esigenze e le preoccupazioni.

Ed è proprio questo uno dei punti chiave: rapporti rispettoso con l'un l'altro! E noi vogliamo portare il discorso sociale su questo tema in movimento e mantenere. Per questo offriamo un sacco di corsi extracurricolari "filosofia con i bambini", a. Un'altra preoccupazione per noi è la formazione o riqualificazione professionale degli insegnanti che, per inciso, molto ben accolto. Vogliamo cambiare l'atteggiamento degli insegnanti ai loro allievi sopra.

ulteriori informazioni sull'associazione filosofare con i bambini e Amburgo. V. si ottiene sul sito dell'associazione: www.philosophieren-mit-kindern-hamburg.de